Cosa mangio in inverno (da dicembre a febbraio) seguendo lo stile di vita vegan prevalentemente crudista!

In questo video ti mostro quali sono i miei alimenti base in un’alimentazione vegan tendenzialmente crudista nei mesi invernali (da dicembre a febbraio). Ti dirò anche quali sono le dosi di frutta che consumo così puoi capire anche quanta abbondanza di cibo puoi mangiare seguendo questo stile di vita!

P.S.: Non sono ammesse restrizioni di cibo! 🙂

Quali sono gli alimenti base della tua alimentazione vegan crudista? Scrivimi qui sotto! 🙂

 

39 commenti su “Cosa mangio in inverno (da dicembre a febbraio) seguendo lo stile di vita vegan prevalentemente crudista!”

  1. Questo video ci voleva! Grazie per avermi ispirato ad un miglioramento del mio stile vegetariano, che ora sta avvicinandosi al vegano con notevoli effetti sull’umore (migliorato) e sulla leggerezza (di chili e pensieri!)

    1. Oh che bello! non sai quanto mi faccia piacere sentir parlare di miglioramenti a livello di salute grazie all’alimentazione vegan!
      continua così e ne vedrai delle belle! 😉
      un abbraccio
      Georgia

  2. ciao Giorgia,è una domanda che mi pongo da un pò,come mai il pranzo e a base di frutta e verdure ,invece la cena e piu o meno sempre qualcosa di cotto? grazie.

    1. Ciao Federica! in realtà non è una regola, è solo un metodo per rendere più facile la transizione a chi vuole diventare 100% crudista o semplicemente un modo per sentirsi sazi con del cibo non crudista ma comunque sano e vegano! 🙂

  3. ciao, sono crudista e penso che la nostra natura sia questa. Grazie per i tuoi suggerimenti… io mangio spesso noci arachidi e semi di zucca….frutta in abbondanza e bevo latte di soya.

    1. Ciao Paola! dici bene, la nostra natura È questa! 🙂
      anche io a volte consumo frutta secca ma non proprio tutti i giorni perchè mi sento meglio in questo modo!
      un abbraccio!
      Georgia

  4. Grazie , era giusto appunto capire quanto potevo mangiare. Con la mia tiroide lenta fatico a dimagrire per cui avevo paura di esagerare ma invece ho capito che dovrei mangiare di più con quello che mi muovo .
    Stai facendo proprio un bel servizio te ne sono veramente grata .
    Ora lo divulgo
    Un bacione
    Loretta 🙂

  5. Non sono crudista e neanche vegan, ci sto pensando. Purtroppo adoro il
    formaggio anche se l’ho limitato tantissimo, anche il cappuccino se sono al bar. Immagino che sia meglio procedere a tappe. È interessante come spieghi le varie possibilità e fa venir voglia di cambiare ma è meglio andar per gradi. Purtroppo in famiglia non sono vegetariani anche se la carne la faccio raramente per loro. Inoltre mi piace molto la cucina ayurvedica. Complimenti per il sito che seguo volentieri.

    1. Ciao Giovanna!
      per quanto riguarda la scelta vegan cotta, non è necessario procedere per gradi, il passaggio lo si può fare anche tutto insieme. è quella crudista che richiede un pò di tempo in più….per inziare con la dieta vegan ti consiglio quest’ottimo libro che è anche orientato verso il crudismo: http://www.la-dieta-di-eva.com/
      un abbraccio!
      Georgia

  6. Tatiana Pedron

    Ciao
    Intanto grazie mille x il video davvero utile.e poi volevo chiederti come fare per trovare i datteri… Grazie…
    Attendiamo i tuoi prossimi video

    1. Ciao maria Grazia!
      no mangio anche il miglio ma siccome non mi fa impazzire non lo consumo sempre! 🙂
      i pop corn li puoi preparare semplicemente riscaldando una padella antiaderente e seguendo il procedimento comune facendo attenzione a smuovere spesso la padella per evitare che si brucino oppure puoi spennellare leggermente la padella con del buono olio evo e usare il solito procedimento!
      A presto!
      Georgia

      1. Scusami, ma io non conosco il procedimento comune. Dunque devo mettere i chicchi di mais nella padella (senza olio lo preferisco) e smuovo spesso la padella. In quanto tempo si fanno? Quand’é che sono pronti? Puoi spiegare meglio? Grazie!!

  7. Ciao Georgia!
    Ho visto il tuo video e con grande sorpresa ho scoperto che comunque la tua alimentazione è composta anche da buon cibo cotto ovvero la pasta s/glutine. Mi spieghi la differenza ovvero se potrebbe andare bene anche x i diabetici?
    Un caro saluto.

  8. Ciao Georgia, due domande…i datteri che mostri immagino siano freschi, usi anche quelli secchi?se sì, nelle stesse quantità di quelli freschi?
    inoltre i datteri sono un frutto che al supermercato si trova in piccole quantità e ha prezzi molto alti, hai qualche suggerimento per reperirne grandi quantità e possibilmente bio?
    grazie mille

    p.s.
    faccio gli spaghetti di zucchine quasi ogni sera ma preferisco condirli con un sugo cotto; passata di pomodoro alla quale aggiungo a volte anche verdure. faccio cuocere con spezie e poco sale. Va bene o anche il sugo deve essere crudo?

    1. Ciao Fede!
      a breve girerò anche un video sui datteri visto che me lo state chiedendo in tanti! 😀
      non esistono regole specifiche in questo tipo di alimentazione, tranne poche…a me personalmente sulle zucchine piace il sugo con i pomodorini dtterini crudi ma se a te piace cotto fai pure! La prima cosa è il gusto perchè se devi mangiare una cosa tanto per mangiarla poi non te la gusti. il cibo deve essere soprattutto un’esperienza di gusto. trovati una ricettina che ti piaccia anche con i pomodorini crudi se ancora non l’hai provata! 🙂

      1. Grazie Georgia! di solito i pomodorini crudi li aggiungo all’insalata o li uso per condire gli spaghetti di cetrioli.

        Ho un’altra domanda…purtroppo negli ultimi 3/4 anni ho sofferto di disturbi alimentari, alternando forti restrizioni caloriche e periodi di abbuffate. Da ottobre, dopo aver letto The china study, ho scelto di cambiare le cose e iniziato un’alimentazione vegan prevalentemente crudista MA ipocalorica, questo mi ha portato a qualche giorno di iperalimentazione anche se vegana con conseguente riacquisto di peso.

        Il mio obiettivo è potermi alimentare al 90% di frutta e 10% di verdura…il roblema è che superando le 1000 calorie (dopo anni di effetto yo-yo –>odio questa esressione…)temo di riprendere peso e che questo possa scoraggiarmi.

        Cosa mi suggerisci di fare?aumentare le calorie poco per volta cercando così di evitare l’effetto yo-yo?

        1. Fede 1000 calorie mi sembrano davvero pochine…devi consumarne almeno il doppio! che stile di vita hai? sedentario o attivo? hai fatto un calcolo delle calorie che consumi giornalmente?
          le calorie non sono tutte uguali! ci sono quelle della frutta e dei cereali integrali, ovvero calorie di carboidrati, poi ci sono quelle della verdura, calorie di proteine e poi quelle dei grassi. Quelle che devi limitare sono solo quelle dei grassi e non quelle dei carboidrati di frutta, verdure crude, e dei cereali integrali! segui i consigli di questo mio articolo http://www.georgiapetrillo.it/crudiamoci/come-impostare-una-sana-dieta-crudista/ e inizia a nutrire le tue cellule come si deve! 🙂
          a presto!
          Georgia

  9. Ciao Georgia adesso che si avvicina l’estate,consigli comunque di mangiare un pasto cotto la sera?E se viene voglia di mangiare il gelato?Baci Sabrina.

    1. Ciao Sabrina!
      se ne hai voglia perchè no, purchè siano amidi e cereali integrali! 🙂
      per il gelato a breve arriverà anche una video ricetta per realizzarlo con la sola frutta! seguimi e scoprirai come fare!
      un abbraccio !
      Georgia

  10. Ciao 🙂
    avrei un paio di domande:
    1)una dieta completamente crudista potrebbe dare problemi di temperatura corporea abitando in climi MOLTO freddi?

    2)non avere accesso a frutta e verdura locali e biologiche durante l’inverno potrebbe causare problemi (accontentarsi di quella del supermercato)? sarebbe meglio consumare verdura cotta nel momento in cui non è biologica?

    Grazie ancora 🙂
    Ciao!

    1. Alla prima domanda ti rispondo che NO, non è un problema perchè comunque tu il tuo pasto lo consumeresti in ogni caso all’interno di un posto chiuso, e non all’aperto dove potresti sentire freddo. il dott Graham sostiene, a ragione, che questo del crudismo nei luoghi freddi in realtà è un falso problema perchè la nostra specie non modifica le proprie abitudini alimentari in base al paese in cui si sposta. ti faccio un esempio: prendi una foca che mangia solo pesce e spostala dai ghiacciai vers ouno uno zoo nel Texas: secondo te potranno mai darle verdure o comunque camviarle alimentazione solo perchè ha cambiato “residenza”? 🙂 la sua fisiologia rimane sempre adatta solo a mangiare oesce crudo e la stessa cosa vale per il corpo umano! é solo questione di cambiare prospettiva!

      anche questa è una bella domanda perchè è una dura lotta! 🙂 personalmente preferisco mangiare verdure crude anche non bio ma mangiarle così come sono perchè se le cuocessi perderebbero anche altre sostanze nutritive che già non posseggono per il fatto di non essere bio. ti consiglio conunque di farti un giro per i mercati dove ci sono contadini che magari anche se non hanno il bollino del bio vendono comunque verdure non spruzzate!
      a presto e un abbraccio!
      Georgia

  11. Ciao ! molto interessante e simpatico , sai avrei un commento -domanda da fare , forse tu potresti darmi una spiegazione plausibile ;Prima sono stata sempre vegetariana e da quando sono diventata vegan tendenzialmente crudista 5 anni fa ,( non mangio pratticamente piu cereali e si quintali di verdure ) sono diventato un ballenotto , mi sono ingrassata di ben 10 kg e continuo a ingrassare!. il suggerimento del mio medico è stato ” manggiati la bistecca con l’insalata ” . qualche idea ?=(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shares