Ecco perchè e come uso soltanto lo shampoo alla farina di ceci (Ricetta nel video)

Care Crudonne e cruduomini!

In questo video vi spiego i tre motivi principali che mi hanno spinto ad abbandonare ogni tipo di shampoo, sia quello da supermercato per intenderci, che quelli cosiddetti “ecobio”.

Sono più di due anni infatti che mi lavo solo ed esclusivamente con lo shampoo alla farina di ceci e aceto e mi trovo splendidamente!

Ho sempre avuto problemi di pelle e capelli grassi e le ho provate di tutti i colori ma niente come questo semplicissimo shampoo alla farina di ceci fatto in casa, insieme ad una sana alimentazione vegan e prevalentemente crudista mi hanno dato questi risultati.

Ho notato dei benefici anche in termini di voluminosità dei capelli, di ricrescita molto più veloce, e di durata della loro pulizia.

Vi invito a provare il metodo che spiego nel video per almeno sei settimane e a dirmi poi che risultati avete ottenuto!

Vi lascio al video!

P.s.: se anche tu stai provando questo metodo da tempo o ha intenzione di provarlo lasciami la tua testimonianza nei commenti!

12 commenti su “Ecco perchè e come uso soltanto lo shampoo alla farina di ceci (Ricetta nel video)”

  1. Ciao, qualche anno fa avevo provato a lavare i capelli con la farina di ceci, ma a lungo non ce l’ho fatta a superare il periodo critico iniziale. Ho molti capelli, molto sottili e con la tendenza esagerata ad annodarsi e la farina rendeva tutto più complicato. Quanto al bicarbonato, provato poco tempo fa (lo uso già puro come deodorante), ma sono tornata allo shampoo Lavera. Forse il problema sta nel non aver eliminato la tinta.

    1. Ciao Teresa, secondo me avresti dovuto continuare a sperimentare perchè anche a me all’inizio i risultati non erano granchè…prova magari dopo lo shampoo a mettere anche un pò di balsamo ecobio…:)

  2. ciao giorgia, sono interessata a nch io a questo sciampo genuino… ma non posso collegarmi dal pc per guardarlo potresti descivermelo qui perch mi collego dal cel . grazie mille di tutto

    1. ciao Assunta, basta che mescoli due tre cucchiai di farina di ceci con acqua qb a formare una pastella ne troppo liquida ne troppo densa, aggiungi un pizzico di bicarbonato, applichi solo sulla cute dei capelli bagnati, lasci agire due minuti e poi risciacqui, ma ti consiglio di guardare il video per altri consigli…

  3. Sono entusiasta di questa scoperta!!! Non vedo l’ora di provarlo,sono una fan dell’autoproduzione e oltre ad essere vegana sono anche estremamente ecologista! Grazie davvero!

  4. Ciao, ho provato per la prima volta la farina ma devo dire che sembra avere ridotto i tempi riguardanti la durata della pulizia dei miei capelli. Si devono adattare e quindi posso continuare ad usarla o devo cambiare prodotto ( faccio già lavaggi con erbe ed hennè)?
    Grazie

    1. Ciao Agnese! si all’inizio è normale….perchè esce fuori il capello allo scoperto così com è! continua e magari prova ad usare un balsamo tipo quello della dherbe a fine shampoo!

  5. Ciao ora sto passando definitivamente shampoo farina di ceci mischiato a bicarbonato.
    Gli altri schampo schiumogeni e anche gli olii Shampoo mi danno fastidio poiché ci mettono profumo o essenze che mi irritano ancora di più la mia dermatite seborroica e poi li ho untuosi solo sulla cute.
    Infatti dopo avere fatto lo shampoo con farina di ceci sui capelli ci metto maschera per capelli secchi e tinti senza siliconi con olio macadamia e mologrqno che sono olii leggeri.
    In ultimo faccio risciacquo prima con acqua e poi con aceto di mele.
    Vengono benissimo.
    Tant’è che un signore mi dice un giorno che cosa hai fatto per non avere più i capelli untuosi?
    Gli ho risposto lavo la testa con la farina di ceci con aggiunta un po’ di bicarbonato.

  6. Questo shampoo alla farina di ceci e’ fantastico mi ha salvata dalla mia accessi a seborrea e dermatite seborroica con follicolite.
    Uso sempre questo da 1 settimana.
    Ho fatto il passaggio come hai detto tu nel video.
    Grazie tante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *