Mangia RAW a lavoro e fuori casa e fai il pieno di energia!!

In questo video ti mostro 3 opzioni di pasti raw vegan e 4 pasti tendenzialmente vegan crudisti da portare a lavoro! Sono pasti molto veloci che si preparano in pochissimo tempo e che ti daranno un’abbondanza di energia per continuare la tua giornata lavorativa! 🙂

E tu come ti organizzi di solito a lavoro o fuori casa seguendo la dieta raw vegan o 90% raw?

Fammelo sapere nei commenti qui sotto! 🙂

Georgia

40 commenti su “Mangia RAW a lavoro e fuori casa e fai il pieno di energia!!”

  1. Ciao Georgia, questo è un video strautile, che mi apre nuovi orizzonti…infatti io a casa mangio bene, e al lavoro mangio schifezze, perchè non riesco a organizzarmi…beh adesso l’idea della macedonia non è male per niente , ma con i green smoothies credevo che andassero preparati e consumati subito! Io tra l’altro potrei prepararli la mattina, non disturbo nessuno, ma come posso fare per conservarli al meglio? Cosa mi consiglieresti come contenitore per portarli e consumarli al lavoro? Ti ringrazio tanto <3
    Michela

    1. Ciao Michela!
      la tua domanda capita a fagiuolo (mungo…hahaha)
      allora per conservarli al meglio fai così:
      1) mettili in un contenitore di vetro e riempili fino all’orlo di modo che l’aria non possa entrare (se entra crea ossidazione) e chiudili con un tappo ermetico
      2)aggiungi del succo di limone che evita sia l’ossidazione e sia aggiunge vitamina C extra al tuo frullatone!
      a presto!
      Georgia

      1. CIAO GEORGIA!
        SONO UN NEOFITA E ST0′ STUDIANDO CON ATTENZIONE I TUOI CONSIGLI.
        GRAZIE MI STAI DANDO UNA GROSSA MANO IN QUESTO MIO CAMBIAMENTO ALIMENTARE

        1. Ciao Tiberio!

          mi fa un immenso piacere sapere di esserti d’aiuto!

          Continua a seguirmi!

          un abbraccio!

          Georgia

      2. Ciao Georgia,
        sono nuovamente qua e ti chiedo consiglio.
        Stò utilizzando il cronometer.com e mi rendo conto che ho molte meno energie del necessario ecco perché la sera mi sento veramente spossato. Quindi l’80% dei nutrienti, 60% dei grassi e con l’attività fisica che faccio solo il 58% di ENERGIA. Come posso procedere. Come ti accennavo del precedente messaggio sono alle prime armi e purtroppo non ho un mentore che mi possa consigliare.
        Grazie e buona giornata.
        Tiberio

  2. Maria Antonietta

    Grazie Georgia, per i bellissimi video che condividi con noi. Quando ti riferisci al fatto che i grassi sarebbero dannosi, includi anche quelli vegetali considerati generalmente “grassi buoni” (come l’olio e.v.o)? E perchè non vanno utilizzati? Grazie ancora.

    1. Ciao Maria Antonietta!
      gli unici grassi buoni sono quelli di frutta, verdura, noci e semini, gli altri non li considero come grassi buoni perchè troppo raffinati!
      a breve farò un articolo anche su questa tematica! 🙂
      grazie per aver sottolineato la cosa perchè ci tenevo a parlarne..:)

      1. marco da mattarello

        Innanzitutto grazie Georgia per i tuoi consigli. Volevo anch’io sapere qualcosa sull’olio di oliva (intendo quello casereccio, non comperato in negozio). Grazie e ti seguo molto molto volentieri.
        Marco

  3. Idem …pure io pensavo si dovessero consumare subito i frullati! Da quando sono capitata nel tuo blog non ho mangiato un farinaceo neanche per sbaglio e non ne ho sentito la mancanza , sono riuscita con i tuoi video e consigli ad alimentarmi con sazietà e mi sento bene .
    Mi devo allenare per andare in bici ho un amica che fa cicloturismo e volevo sapere come ci si può organizzare per più giorni , perchè i gruppi di ciclisti si fanno le mangiate in trattorie io non mi posso portare su per le salite quintali di banane! Grazie sei utilissima anzi preziosa!
    Un bacione grande
    Loretta

    1. Ciao Loretta! che bello il tuo commento, mi da sempre tantissima carica sapere di essere utile! 😀
      non conosco il cicloturismo come funziona? mi intriga parecchio! però anche se stai più giorni fuori penso che ci saranno delle frutterie in giro…in questo caso puoi comprare la frutta la sera e prepararti un mega frullato che metterai in una bottiglia di plastica portatile o in uno zaino. in questi casi è meglio portarsi anche abbondante frutta disidratata tipo datteri, albicocche disidratate, prugne che danno tanta energia e consumali con tanta acqua!!:) la sera invece puoi prepararti un pasto cotto normale a base di riso, patate e pasta senza glutine con abbondante sugo!
      un abbraccio e a presto!

  4. Cicloturismo è l’unione di due passioni , viaggio e bicicletta ed è molto ecosostenibile.
    Non mi sono ancora cimentata anche perchè mio marito è contrario ( per pura pigrizia) per cui mi devo organizzare e allenare. intanto andrò al mare dopo il lavoro in mezzora con la bici poi nuoterò un oretta e ritorno altri 30 minuti di bici , poi pian piano qualche domenica aggiungerò qualche chilometro e così via .
    La mia amica è spaziale lei e suo marito girano regioni intere e fanno un 70 di km alla volta con delle salite del 12%. Si diventa minimalisti ovviamente, che è la cosa che mi attrae di più. Ci sono delle associazioni in ogni città che organizzano gite , per principianti o per altri livelli, informati perchè è un modo molto carino di trascorrere le ferie.
    Grazie ancora
    Loretta

    1. Sai che mi hai fatto scoprire una cosa grandiosa perchè ho sempre sognato di viaggiare in bici, mi informerò di sicuro! grazie mille Loretta! 🙂

  5. ciao Georgia 🙂 molto utile questo video…io in realtà pranzo quasi sempre a casa…al massimo fuori casa (in università soprattutto) porto della frutta come spuntino!! se dovessi pranzare fuori, penso proprio che la cosa più pratica sarebbe portarmi tanta frutta: non ho voglia di cucinare in anticipo sporcando piatti ecc 😀 anche i frullati, preferisco berli appena fatti…per fortuna vivo da sola, altrimenti sveglierei tutti con il mio frullatore ahaha 😀
    comunque, nei rari casi di emergenza in cui non ho portato nulla da casa e ho fame, a parte la mia opzione preferita di fermarmi dal fruttivendolo/supermercato a fare rifornimento, in un bar chiedo una spremuta di arancia oppure un frullato fatto con solo frutta e acqua (non è il massimo la qualità della frutta però si trova più o meno sempre qualche cosa)..
    ciao ciao (aspetto con ansia il tuo prossimo video!!)

    1. Ciao Francesca! grazie mille per il tuo contributo!! In realtà basta volerle le cose, e ovunque si può trovare frutta fresca a volontà proprio come dici tu! 🙂
      a presto!
      Georgia

  6. ps. comunque volevo aggiungere che con questa alimentazione ho notato che non ho quasi mai fame…sono sempre sazia ma al tempo stesso non ho mai la sensazione fastidiosa di appesantimento post-pasto che mi capitava prima!! in pratica sono sempre alimentarmente soddisfatta ma sentendomi leggera come se non avessi mangiato, a livello di digestione…una cosa splendida soprattutto per me che amo fare sport 😉

    1. anche io provo la tua stessa sensazione ed è fantastico perchè è meraviglioso non sentirsi schiavi del cibo! 😀

  7. tu mi piaci.. brava… ti seguo e prendo spunto.. per ora sono alla colazione crudista, modificata a 3 banane, 3 datteri carruba e un po’ d’acqua in più rispetto alla tua ricetta…. buona mi piace..

  8. Ciao Giorgia, grazie per tutto quello che ci trasmetti, per me è tutto nuovo ma sto imparando, la frutta e la verdura mi piace tanto perciò non ho difficoltà e poi lo faccio per la mia salute. Grazie ancora, ciao…..Eleonora

    1. Ciao Eleonora,
      vedrai che piano piano avrai una veduta più ampia su tutto e su come renderti indipendente per quanto riguarda la tua salute!
      a presto!
      Georgia

  9. Ciao Georgia.volevo chiederti in che modo si puo cucinare il piatto cotto ,ad esempio il riso,in modo conservativo.Baci Sabrina.

    1. Ciao Sabrina!
      Io di solito uso un metodo che mi consente di risparmiare tempo di cottura e anche soldi: metto a bagno il riso per una notte ed il giorno dopo lo cuocio solo per circa 20 minuti. spengo il fornello e lo lascio col coperchio chiuso per tutta la giornata fino a sera quando lo troverò già tutto bello e pronto! ed in più ho ridotto i tempi di cottura riducendo anche la quantità di minerali e sostanze nutritive perse 😀

  10. Ciao Georgia! Grazie mille dei tuoi utilissimi ed interessantissimi video! Quando scarico le mail e vedo le tue non vedo l’ora di aprire il link 🙂 Conosco e pratico da qualche anno l’alimentazione vegana, ho fatto un paio di corsi, ma solo grazie al tuo sito sto cominciando ad approcciarmi al crudismo. La mattina e a pranzo mangio volentieri la frutta, sento che il mio copro la desidera proprio, invece la sera non posso rinunciare alle zuppe o al riso con le verdure, sempre preceduti, come dici bene tu, da un piatto di verdura cruda.
    Speriamo ke questo ritorno all’alimentazione naturale prenda piede per la salute ed il benessere di tutti. Grazie per il contributo molto valido che dai tu.
    A presto e continua così!!
    Elisa

    1. Ciao Elisa!
      quello che mi dici mi fa spalancare un sorriso a 3000 denti! sono contenta di poterti essere utile in questo percorso, cerco con i video di renderlo più facile ed accessibile a tutti!
      un abbraccio!
      Georgia

  11. Ciao Georgia,
    oltre il libro della 811 del dr.Graham e The China Study, sapresti consigliarmi qualche altro libro sul crudismo vegan ?
    Grazie 🙂

    1. la dieta di eva l’hai già letto? poi c’è la dieta enegia alta di marco urbisci, alimentazione naturale di vaccaro, i libri di erhet, shelton…

  12. Ciao . Molto molto utili i tuoi blog. Sono vegetariana da un anno e crudista da sei mesi. Vorrei chiederti cosa pensi della soia. Che siano germogli , che mangio spesso crudi, fagioli o hamburger. Ho letto articoli contrastanti. Grazie !

    1. Ciao Ielana, la soia non la uso quasi mai, la mia alimentazione è basata prevalentemente su alimenti in cui la parte predominante sono i carboidrati, ma puoi usarla benissimo come condimento, per esempio una bella zuppa di patate in cui ci metti anche un pòdi tofu marinato…
      un abbraccio!

  13. Ciao, grazie del video! Mangio 4 giorni alla settimana fuori casa e i tuoi consigli sono sempre preziosi. Di solito porto due o tre tipi di frutta, domani mangerò due banane, pesche e fragole. Posso integrare il pasto anche con una piccola manciata di mandorle, faccio bene? Grazie, un
    abbraccio Sabina

    1. Ciao Sabina!
      le mandorle, essendo frutta secca e grassa, che il corpo fa più fatica a digerire, meglio riservarle a fine giornata, dopo l’ultimo pasto serale..:)

  14. Ciao Giorgia ! La frutta secca è calorica e più pesante rispetto a quella fresca pensavo andasse mangiata durante il giorno …non è meglio stare più leggeri la sera …..non mangio carne da un po di anni seguo una dieta quasi vegana e di solito cerco di mangiare abbastanza frutta secca…da quando seguo i tuoi consigli ho calato le dosi…….CIAOOO. .GRAZIEEEEE…..

    1. Ciao Luisa! in realtà la frutta secca adesso la mangio quando ne ho voglia….di solito un pò dipo il frullato del pranzo e poi nel frullato stesso metto anche un cucchiaio di burro di mandorle o di noccioline bio e non salato…!:) ma non faccio strage di frutta seccca, di solito non supero le due manciate…

  15. Ciao georgia Grazie per questo video !! Volevo chiederti una cosa sul glutine Per chi non ha intolleranze il glutine fa comunque male? perchè so che i cibi senza glutine sono più ricchi di grassi e zuccheri per compensare Tu cosa ne pensi? Grazie mille
    Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares